Scegliere un trasduttore

Variabili da considerare quando si sceglie un trasduttore per ecoscandaglio/fishfinder:


Materiale | Opzioni di montaggio | Dati Visualizzati | Potenza | Frequenza | Apertura del cono


Materiale

Il primo passo consiste nel determinare il materiale di cui deve essere composto il trasduttore.

  • I trasduttori in plastica sono raccomandati per gli scafi in vetroresina o metallo.
  • I trasduttori in acciaio inossidabile sono raccomandati per gli scafi in acciaio o alluminio.
  • I trasduttori in bronzo sono raccomandati per gli scafi in vetroresina o legno.

Per gli scafi in legno, il bronzo è da preferire alla plastica perché l'espansione del legno potrebbe danneggiare un trasduttore in plastica e causare una falla. Per installare un trasduttore in acciaio inossidabile in uno scafo in metallo è necessario un fairing block (scarpetta) isolante, disponibile presso il rivenditore Raymarine.

NON installare un trasduttore in metallo su un’imbarcazione con sistema di messa a terra positiva.


Opzioni di montaggio

Anche il tipo di montaggio del trasduttore sull'imbarcazione è importante.

  • I trasduttori passanti con scarpetta idrodinamica (fairing block) offrono le migliori prestazioni, soprattutto a velocità più elevate.
  • I trasduttori passanti con montaggio a filo sono ideali per le imbarcazioni carrellabili che richiedono buone prestazioni senza avere sporgenze dallo scafo.
  • I trasduttori interni consentono di non forare lo scafo, ma ciò va a discapito delle prestazioni.

Leggi la nostra guida completa sulle opzioni di montaggio del trasduttore


Dati visualizzati

Assicurati che il trasduttore selezionato possa rilevare i dati che desideri visualizzare: Profondità, Velocità, Temperatura o una combinazione di questi.


Potenza del trasduttore

Per potenza si intende l'intensità con la quale il trasduttore invia il "ping" dell'ecoscandaglio, espresso in watt RMS. Una maggiore potenza aumenta le possibilità di ottenere un eco di ritorno in acque profonde o quando l'acqua è sporca. Offre inoltre un livello di accuratezza più elevato, consentendoti di individuare mangianze e strutture. In generale, maggiore è la potenza, maggiore è la profondità raggiungibile e più sarà facile separare gli echi di ritorno dal pesce e dalla struttura del fondale da tutti gli altri rumori rilevati dal trasduttore.


Frequenza del trasduttore

L’accuratezza con cui il fishfinder rileva il fondale e altri oggetti è determinata anche dalla frequenza selezionata per la profondità visualizzata. I trasduttori di profondità Raymarine dispongono di due diverse frequenze: 50 kHz (bassa) o 200kHz (alta).

200 kHz (alta)

Esempio 200 kHz | Raymarine

Display ecoscandaglio 200 kHz a una profondità di 15 m (50')

La frequenza di 200 kHz è particolarmente adatta per acque profonde fino a 60 metri/200 piedi e quando è necessario ottenere una lettura accurata mentre ci si muove a velocità più elevate. Le alte frequenze mostrano più in dettaglio il fondale consentendo di rilevare oggetti molto piccoli, ma su un'area più ristretta. Le alte frequenze in genere rilevano minori disturbi e meno echi indesiderati, mentre mostrano una migliore definizione del bersaglio.

50 kHz (bassa)

Esempio 50 kHz | Raymarine

Display ecoscandaglio 50 kHz a una profondità di 15 m (50')

Per acque profonde, è preferibile la frequenza di 50 kHz. Questo perché l'acqua assorbe le onde sonore a una velocità più bassa per le basse frequenze e il segnale può percorrere una maggiore distanza prima di diventare troppo debole per essere utilizzato. L'angolo del cono di emissione è più ampio alle basse frequenze, ciò significa che l'impulso in uscita è più distribuito e più adatto a visualizzare un'area più ampia sotto l'imbarcazione. Tuttavia, ciò implica anche una minore definizione e separazione del bersaglio e una maggiore sensibilità ai disturbi. Per quanto le basse frequenze consentano di vedere a profondità maggiori, potrebbero anche non restituire un’immagine nitida del fondale.

Fango, sabbia fine, vegetazione e alghe sul fondale assorbono e disperdono le onde sonore, generando un'immagine del fondale più spessa. Roccia, corallo e sabbia a grana grossa riflettono facilmente il segnale e producono un'immagine del fondale più sottile. Questo è più facile da vedere impostando la frequenza a 50 kHz, in modo che gli echi del fondale siano più ampi.

In linea di massima si dovrebbe usare l'impostazione 200 kHz per una vista dettagliata a circa 60 metri e quindi passare a 50 kHz se si desidera vedere più in profondità. Meglio ancora, sarebbe visualizzare entrambe le viste affiancate in modalità split screen.


Angoli del cono

Il trasduttore concentra le onde sonore trasmesse in un fascio. In teoria, gli impulsi vengono irradiati in un cono che si allarga all’aumentare della profondità. In realtà, la forma del fascio varia in base al trasduttore e generalmente gli impulsi vengono irradiati anche all’esterno del cono in fasci con forma "a ventaglio". Le figure seguenti forniscono una rappresentazione grafica degli effettivi diagrammi di trasmissione delle onde del trasduttore.

Angoli del cono | Raymarine

Le frequenze basse hanno angoli di emissione più ampi rispetto alle frequenze alte.

Ai fini di questa discussione, tuttavia, l'idea di un cono è adatta allo scopo. Il segnale è più forte lungo l'asse del cono e diminuisce progressivamente man mano che ci si allontana dal centro. Angoli più ampi offrono una vista più estesa del fondale, a discapito però della risoluzione, perché disperdono la potenza del trasmettitore. Un cono più stretto concentra la potenza del trasmettitore in un’area meno estesa. L'angolo di apertura del cono è più ampio alle basse frequenze e più stretto alle alte frequenze.

In sintesi, un'angolo del cono più largo può rilevare anche i pesci che si trovano intorno all'imbarcazione e non solo quelli direttamente sotto di essa, mostrando tuttavia una minore separazione del bersaglio. Un cono stretto concentra l'emissione di onde sonore consentendo di rilevare con maggiore accuratezza i dettagli di piccole dimensioni, come i pesci o la struttura del fondale, ma scandaglia uno specchio d'acqua più piccolo.

Forme del fascio del trasduttore | Raymarine

In realtà, la forma del fascio varia in base al trasduttore e generalmente gli impulsi vengono irradiati anche all’esterno del cono in fasci con forma "a ventaglio".